Amministrazione

I nostri corsi per gli allievi

Non è mai troppo tardi o troppo presto per imparare a fare musica!

Il Corpo Musicale "La Cattolica" ha da anni attivato i corsi per tutti gli strumenti della banda: flauto, clarinetto, sassofono, tromba, corno, trombone, euphonium, tuba e percussioni. La buona formazione degli allievi è importantissima perché migliora la qualità della banda e ne garantisce la continuità nel corso degli anni.

Se vuoi avere maggiori informazioni sui corsi o provare uno strumento vieni a trovarci tutti i martedì sera presso la scuola Anzani. Potrai anche contattare Gloria Bincoletto, la nostra responsabile dei corsi, al numero 031 72 63 06 oppure inviare una mail al nostro indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Imparare a suonare fa crescere sani e migliora la vita

L'ascolto della musica risulta da sempre un elemento importante per la crescita culturale della persona. Secondo un'indagine commissionata da Disney Interactive sul rapporto tra la musica ed il processo formativo dei bambini, è risultato che la musica è indispensabile per lo sviluppo della fantasia e della creatività dei bambini ed, essendo un linguaggio universale, pare rappresenti uno strumento insostituibile per sviluppare nei più piccoli l'apertura nei confronti di una società sempre più multirazziale.

Da ulteriori ricerche è emerso che l'apprendimento musicale non coinvolge solo le aree cerebrali preposte all'udito, al linguaggio (apprendimento del canto) ed alla motricità fine (pratica sullo strumento) ma influisce anche sulle funzioni cognitive connesse alla percezione spaziale, alla memoria ed all'attenzione. Si è scoperto che i bambini che imparano la musica e a suonare uno strumento migliorano le loro prestazioni linguistiche, matematiche e nel gioco degli scacchi.

Gli allevi del Corpo Musicale al saggio di Natale 2011

Ma i vantaggi non finiscono qui. L'attività di ricerca presso l'Università Statale del Colorado nella neuro-riabilitazione, tramite musico-terapia, ha dimostrato inequivocabilmente il miglioramento del controllo motorio e ritmico nei pazienti colpiti da ictus, affetti da Parkinson, che hanno subito lesioni cerebrali traumatiche, paralisi cerebrali o che soffrono di altri disordini neurologici. Uno specifico programma ritmico che mima i movimenti spontanei del corpo riduce i tempi di riabilitazione e rende più facilmente stabili i recuperi ottenuti. Il lavoro ritmico migliora le prestazioni anche nelle persone sane. Il sistema uditivo rafforza la percezione cinestesica e rende più facile rendersi conto della propria posizione nello spazio e conseguentemente facilita la calibrazione ed il controllo dei movimenti.

La musica d'insieme è un efficace strumento di socializzazione e crescita: suonare in un ensemble strumentale, infatti, incrementa il senso di responsabilità e serietà sempre con una buona dose di divertimento. La banda, più di altre realtà, è un ambiente in cui persone di età anche molto distanti (il nostro musicante più anziano ha più di 70 anni, mentre quello più giovane solo 12) collaborano e interagiscono suonando insieme. La presenza di molti giovani è inoltre molto importante per il futuro del Corpo Musicale.